Seticrei - Cosmetici naturali - Speciale "Solari"




[Trascrizione del video]

Ciao a tutti e bentornati all'appuntamento fisso con i cosmetici naturali Seticrei.

Oggi parliamo di solari e doposole. L'estate è ormai ampiamente è arrivata e con lei la nostra amata tintarella.

Cerchiamo però, prima di parlare di solari, di fare un po di chiarezza in merito ai [raggi] che arrivano sulla nostra pelle.

I [raggi] UV, che sono non sono altro che i raggi ultravioletti, possono essere divisi in tre gruppi: gli UVC sono in assoluto i più dannosi, ma grazie al cielo non arrivano a contatto con la pelle in quanto schermati dall'ozono.

Noi abbiamo a che fare con i [raggi] UVA i raggi UVB.

Che differenza c'è tra questi due tipi di raggi? La differenza è quello che possono generare a livello epidermico.

E cioé i raggi UVA sono raggi molto aggressivi, che possono provocare addirittura tumori alla pelle.

I raggi UVB sono raggi che possono creare gli eritemi epidermici.

In ambito cosmesi esistono due tipi di filtri per contrastare i raggi UVA e UVB: sono filtri fisici i filtri chimici. Che differenza hanno? Il filtro fisico è un filtro che fa da vero e proprio specchio verso la radiazione ultravioletta. E cioé: se questa è la nostra pelle, nel momento in cui arriva il rancio a contatto con la pelle, lo fa ritornare indietro. Quindi sono quei filtri che ci permettono di stare al sole senza abbronzarci.

Il filtro chimico invece è quel filtro che, nel momento in cui il raggio ultravioletto arriva a contatto con la pelle, lo rielabora e lo trasmette alla pelle in una maniera diversa.

Il solare perfetto cosa dovrebbe avere? Dovrebbe avere sia filtri chimici che filtri fisici, ed è quello che contiene il solare Seticrei.

Innanzitutto per Seticrei esiste una sola protezione solare che è la protezione 50+. Per Seticrei il sole - e non solo per Seticrei - non è un grandissimo amico della nostra pelle: ormai sono anni che anche a livello mediatico si insiste molto sull'attenzione che le persone devono fare quando si espongono al sole per le innumerevoli problematiche che il sole può avere a livello epidermico.

Quindi per Seticrei l'unica protezione che può realmente schermare la pelle e fare in modo che ci si possa abbronzare senza avere effetti collaterali è una protezione 50+, e perciò molto molto alta.

Questo è più di un solare, nel senso che questo prodotto solare scherma perfettamente la pelle, ma nello stesso tempo permette alla pelle abbronzarsi in assoluta tranquillità. Quindi non pensiamo che una protezione alta ci lasci la pelle bianca, anzi... una protezione alta fa solo in modo che la nostra pelle si abbronzi più lentamente e che l'abbronzatura sia molto molto più duratura.

All'interno di questo solare è stato inserito anche l'acido ialuronico, in quanto la nostra pelle durante l'esposizione solare perde acqua, e l'acqua viene reintegrata attraverso l'utilizzo costante di questo prodotto.

In tanti mi chiedete quante volte al giorno fa ha messo e solare: è di buona norma ripetere l'applicazione di un solare almeno ogni 2 o 3 ore. E ovviamente dopo il bagno, in quanto il latte solare di Seticrei non è water-proof e quindi, subito dopo un bagno, va rimesso in quanto non è rimasto nulla sulla pelle. Altrettanto importante come il solare è il doposole, in quanto la pelle, dopo una giornata di sole, si presenta oltre che - molto spesso - arrossata, anche molto secca, soprattutto se le esposizioni sono durature nel tempo.

Ecco che Seticrei formula un doposole molto particolare, nel senso che un doposole è capace di andare a sfiammare i rossori (in quanto contiene liquirizia iperico, due ingredienti abbastanza inusuali che hanno proprio la capacità di andare a calmare laddove ci siano dei rossori) e anche all'interno del doposole c'è acido ialuronico, quindi l'acqua che non siamo riusciti a dare la pelle attraverso il solare la continuiamo a dare attraverso il doposole.

Tutti noi amiamo un'abbronzatura bella e soprattutto duratura: il consiglio che Seticrei dà a tutte le donne è quello di rispettare, anche in fase di abbronzatura, la nostra pelle in quanto organo. Vi dico questa cosa perché se voi pensate che l'abbronzatura viene generata dalla nostra epidermide per difendersi dal fatto che questo calore che lei sente noi le piace per niente, ci fa capire che quanto più piace a noi, tanto poco piace a lei.

Di conseguenza sicuramente è bella l'abbronzatura ma cerchiamo di non prendere il sole nelle ore più calde e cerchiamo soprattutto di utilizzare sempre - e sottolineo sempre - protezioni molto alte, che permettano alla pelle di abbronzarsi gradatamente.

Ciao a tutti!





Parlano di noi

Vanity Fair Donna Moderna Chi La Repubblica Vogue


Seticrei - Cosmetici 100% naturali

Seticrei Srl

Via G.Leopardi 4/A
25024 – Castelletto di Leno (Brescia)
P.IVA e C.F. 03929580987

Tel: +39 340 91 80 108

Mail: info@seticrei.it

Scopri Seticrei

#Social

Scopri novità e tutorial per una bellezza 100% naturale su:


Copyright © 2022 Seticrei Srl – All Rights Reserved – Condizioni di venditaPrivacy PolicyCookie PolicyCookie e privacy policy sintetiche


Concept by La Pleiade + Stefano Savio